349-6007112 info@spiritoeprofumi.com

PERCHÉ UN INCENSO PIACE (O NO)?

perché-un-incenso-piace

Spesso durante i miei corsi e seminari capita che il medesimo incenso riscuota grande apprezzamento presso alcuni partecipanti. Altri invece lo trovano sgradevole, fastidioso o addirittura repellente. Da ciò mi vengono poste numerose domande sul perché un incenso piace oppure no.

Per rispondere in maniera seria occorre capire innanzitutto quali influenze esercitano gli odori  sul piano fisico, emozionale e vibratorio. Ma anche che rapporti hanno con gusti personali e ricordi strutturati.

Perché un incenso piace (o no) – Gusti personali e abitudini

De gustibus non est disputandum, dicevano i latini. Cioè: “Sui gusti non si può discutere”.

Ciò poiché ognuno di noi è un universo complesso e a sé stante, spece a livello intimo. Formato da un misto di elementi innati (inclinazione, carattere, ecc) e altri ricevuti dai luoghi in cui viviamo, dal contesto sociale e culturale, dalla famiglia di provenienza e così via.

perché un incenso piace hoyei koh

Hoyei-Koh: incenso giapponese dall’aroma “frizzante”

Ne risulta che in genere tendiamo a preferire gli aromi ai quali il nostro naso è più abituato. Quelli, cioè, che il nostro cervello elabora più di frequente e coi quali si trova a proprio agio poiché riportano a situazioni già conosciute e ampiamente sperimentate. La nostra “zona di comfort” psichica ed emozionale, che ci rassicura e conferma la nostra identità in quanto già esplorata numerose volte.

Ecco allora che chi vive in campagna può preferire incensi florealifruttati o erbacei. Chi è in montagna quelli più legnosi, terrosi e balsamici, mentre chi abita al mare si orienta magari verso profumi freschi, salmastri o frizzanti.

Se un incenso sviluppa invece aromi che non ci sono familiari, può al contrario suscitare in noi naturale diffidenza verso ciò che è nuovo, sconosciuto, soprattutto a livello di scenari interiori. In questo caso il consiglio è di provare ad ascoltare lo stesso incenso varie volte nel tempo lavorando sull’apertura dell’anima, per capire se non è proprio di nostro gusto o abbiamo solo bisogno di prendere confidenza col suo messaggio.

Ricordi, emozioni e legami con persone

A chi non è mai capitato, passeggiando per strada, di sentire il profumo di una persona conosciuta e venire immediatamente travolto/a da una cascata di emozioni e immagini mentali?

Ciò poiché l’olfatto è il senso che più di tutti si lega fisiologicamente a ricordi, persone e situazioni vissute. Esse, a loro volta, sono cariche di elementi emozionali fusi in un tutto unico e inseparabile dall’evento stesso registrato in memoria.

Nel preciso istante in cui il cervello elabora un odore, vengono perciò richiamati alla coscienza anche i ricordi degli eventi associati, le sensazioni, le immagini e gli stati d’animo collegati alle situazioni stesse.

perché un incenso piace profumi regressivi

I profumi “regressivi” riportano a emozioni positive dell’infanzia

Questo è il motivo per cui alcuni incensi risultano estremamente gradevoli, come ad esempio quelli “regressivi”. Con il loro aroma di vaniglia , cannella o biscotti, ci riportano al profumo dei dolci appena sfornati, alla gioia e al senso di accoglienza che da bambini provavamo entrando in casa della nostra nonna “preferita” giusto in tempo per gustare la merenda calda preparata apposta per noi.

Può capitare però anche il contrario. Ottimi incensi in grani quali Olibano o Mirra,  bruciati in genere nelle Chiese durante cerimonie solenni o non particolarmente felici, possono riportare alla mente occasioni di tristezza o momenti di pesantezza e turbolenza emotiva, risultando così sgraditi.

La buona notizia è che per fortuna possiamo “educare” il cervello a sostituire queste vecchie associazioni con altre nuove e più piacevoli, grazie ad ascolti consapevoli delle stesse fragranze per costruire nuovi ricordi del tutto personali legati al loro aroma.

Influenza chimica e fisica

Molti degli ingredienti vegetali usati come incensi sono impiegati da millenni nelle varie medicine tradizionali locali per contrastare un gran numero di disagi fisici.

salai guggal boswellia serrata incenso in grani naturale vendita online

Il Salai Guggal (Boswellia Serrata) è impiegato nell’ayurveda come anti-infiammatorio e disinfettante

Il Salai Guggal (Boswellia Serrata), ad esempio, nell’ayurveda è conosciuto per le sue notevoli proprietà anti-infiammatorie e disinfettanti. Il Benzoino è apprezzato anche in occidente quale ottimo sfiammante e cicatrizzante, mentre la Canfora rientra in varie preparazioni per riscaldare i muscoli, alleviare la tosse o liberare le vie respiratorie.

Per corrispondenza, ne deriva che troveremo gradevoli gli incensi le cui componenti chimiche o aromatiche ci aiutano a rinforzare funzioni fisiologiche affaticate o indebolite. Al contrario proveremo fastidio per quelli che stimolano organi o sistemi già oberati di lavoro e sovraccarichi. Così ad esempio chi studia o lavora intensamente a livello intellettuale troverà gradevoli incensi tonici o rinfrescanti, mentre persone stressate o “esaurite” accoglieranno con maggior piacere quelli rilassanti e corroboranti.

Il piano archetipo e vibratorio

Ogni incenso è dotato di uno specifico carattere vibratorio che deriva dal luogo di provenienza, dalla parte di vegetale da cui è estratto, dagli archetipi sottili cui è legato nonché da chi ha composto la miscela nel caso di incensi lavorati.

perché un incenso piace pace e accoglienza

Gli incensi possono donare senso di pace e accoglienza

In questi casi, l’attrazione o la repulsione per un incenso in particolare dipenderanno dalla nostra consonanza/dissonanza energetica con esso. Ci sentiremo cioè attratti da ingredienti complementari a un nostro “bisognoarchetipo, ossia che percepiamo come adatti a guidarci nella sua scoperta, conoscenza e integrazione a livello interiore, seppur inconsciamente. Oppure da quelli che ci possono aiutare nel riequilibrio di momentanee carenze a livello energetico, specifiche o generali che siano, ispirando così fiducia, speranza, pace, forza interiore, senso di protezione, accoglienza, e così via.

Il disagio deriva invece generalmente da due grandi fattori. Il primo si ha quando l’archetipo o l’effetto vibratorio di un incenso acuiscono tratti del carattere o della personalità già eccessivamente sviluppati in noi. Così, persone particolarmente flemmatiche o lente nel decidere potrebbero rifiutare incensi calmanti o radicanti che aumentano la loro “lentezza” o tendenza a indugiare (benaccetti, invece, da persone ansiose o impulsive).

Il secondo caso è quando l’archetipo energetico dell’incenso ci pone davanti ad aspetti di noi che non vogliamo affrontare, non siamo pronti a esplorare o non riusciamo ancora ad accettare. Lo stimolo risulta quindi una forzatura esterna del nostro equilibrio, quasi volessimo accelerare i tempi di una maturazione che necessita invece altre modalità.

In questi casi il consiglio è di prendersi una “pausa temporanea” dall’incenso in questione e provare ad ascoltarlo nel tempo ad intervalli regolari. Spesso ci accorgeremo di come cambia radicalmente la nostra percezione nei suoi confronti, e di come quell’incenso stesse magari solo aspettando un nostro passo evolutivo per condividere con noi una parte della sua immensa saggezza.

Stay (appreciating) incensed!

-Eraldo

In breve
PERCHÉ UN INCENSO PIACE (O NO)? - Spirito e Profumi
Titolo Articolo
PERCHÉ UN INCENSO PIACE (O NO)? - Spirito e Profumi
Descrizione
Perché un incenso piace oppure no? Ecco 4 validi motivi per i quali questo può accadere! Leggi l'articolo e scoprili ora!
Autore
Sito Web
Spirito e Profumi
Logo Sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Conferma permettere il loro utilizzo. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi